Sei qui: Home ›› Diritto societario ›› Lo Statuto della Società Europea

Lo Statuto della Società Europea

Lo Statuto della Società Europea (SE) conosciuta con il nome latino “Societas Europaea” è lo strumento che offre alle società che operano in più Stati membri la possibilità di riorganizzare le attività transfrontaliere sotto un’etichetta comune europea per operare entro un quadro giuridico stabile. Ciò consente di ridurre i costi interni dovuti allo svolgimento delle attività in diversi Paesi e di aumentare la competitività sul mercato. Del tema si occupa la Direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione europea.

Obiettivi

Grazie allo statuto SE, le società costituite in Stati membri diversi possono operare una fusione o costruire una società holding o un’affiliata comune, evitando i vincoli giuridici e pratici derivanti dall’esistenza di ordinamenti giuridici diversi.

Torna su

Iter normativo

Un regolamento europeo del 2001 ha introdotto lo Statuto della società europea e il successivo regolamento 1435 del 2003 ha introdotto lo Statuto della società cooperativa europea.

Sono poi intervenute due direttive, la n. 86 del 2001 e la n. 72 del 2003 che hanno fissato le regole di partecipazione dei lavoratori rispettivamente alla creazione della società europea e della società cooperativa europea, riconoscendone la posizione e il ruolo nell’impresa.

I risultati di uno studio esterno avviato nel 2008 dalla Commissione Europea mostrano che, pur avendo conosciuto un’ampia diffusione in alcuni Stati membri, la SE stenta a diffondersi in altri.

Nel 2010 la Direzione Generale Mercato Interno della Commissione ha quindi lanciato una consultazione pubblica per determinare se sia necessario apportare delle modifiche allo statuto della SE per un migliore funzionamento e un’estensione dell'uso di questo negozio giuridico a tutta l'Unione Europea.

I risultati della consultazione sono stati poi discussi nel corso di una conferenza di alto livello tenutasi a Bruxelles nel maggio 2010.

Come previsto dal regolamento sullo statuto della società europea, nel novembre 2010 la Commissione europea ha presentato una relazione al Parlamento europeo e al Consiglio concernente l'applicazione della nuova normativa. Sulla base dei dati raccolti, la relazione individua fattori positivi e negativi che influenzano la creazione di una società europea, analizza i principali problemi riscontrati nella creazione e gestione delle SE e presenta la distribuzione delle società europee in tutta l'UE.

Torna su

Referente Unioncamere: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Agosto 2017 12:29 )