Sei qui: Home ›› Priorità, strategie e organizzazione ›› La posizione di EUROCHAMBRES su EURES

La posizione di EUROCHAMBRES su EURES

In un position paper del dicembre 2014, EUROCHAMBRES ha espresso la propria posizione riguardo alla proposta della Commissione Europea su una rete europea di servizi per l’impiego, l’accesso dei lavoratori ai servizi di mobilità e l’ulteriore integrazione dei mercati del lavoro, nota come EURES.

La proposta di regolamento ha la finalità di migliorare, tramite EURES, l’accesso per i lavoratori ai servizi per l’impiego sostenendo in tale maniera una mobilità equa e facilitando la diffusione delle opportunità di lavoro in tutta l’UE.

EURES (European network of Employment Services) è uno strumento importante sia per promuovere la mobilità dei lavoratori all'interno dell'UE, generando benefici sociali ed economici, sia per realizzare, in futuro, un mercato del lavoro integrato dell'Unione europea. La rete delle Camere di Commercio europee ha più volte riconosciuto il ruolo di EURES come motore per fornire la mobilità del lavoro in modo equo, lottare contro la disoccupazione giovanile e gli squilibri del mercato del lavoro. Per aumentare la mobilità del lavoro, i servizi pubblici dovrebbero fare un uso migliore di EURES. EUROCHAMBRES vede  quindi la proposta come un passo significativo che chiarisce il ruolo delle parti interessate EURES per raggiungere un migliore funzionamento della rete.

La rete delle Camere di Commercio europee, supportando l’obiettivo della Commissione di accordare un ruolo centrale al partenariato per la mobilità, ha individuato alcune modalità chiave attraverso le quali dovrebbero essere avviate delle modifiche al progetto di regolamento, al fine di rendere la proposta praticabile e operativa per le imprese dell’UE:

 

  • prevedere il caricamento obbligatorio delle offerte di lavoro da parte di tutti gli Stati membri, (ai sensi dell’art.14) per rendere EURES uno strumento efficace;
  • limitare al minimo gli oneri amministrativi connessi ad EURES  per garantire il successo della riforma;
  • accoglie con favore la raccolta e l'analisi di dati sulla carenza e l’ eccesso della manodopera sui mercati del lavoro nazionali all'interno di alcuni settori, così come il trasferimento di conoscenze tra gli Stati membri. Questo dovrebbe portare allo sviluppo delle misure di mobilità (articolo 26);
  • garantire che i curricula e le offerte di lavoro siano disponibili nelle lingue nazionali. Pertanto, EUROCHAMBRES accoglie con favore l’inserimento del portale on line ESCO (European Skills, Competences, Qualifications and Occupations) in EURES;
  • chiarire come verranno rimborsati i partner EURES per le loro attività all'interno della rete (art.8).  Al fine di evitare la concorrenza sleale, si consiglia di stabilire la stessa partecipazione e di rimborso regole per tutti i partner EURES;
  • introdurre nell’articolo 31 un’accettazione esplicita della pubblicazione sulla piattaforma del curriculum vitae da parte delle persone in cerca di lavoro al fine di garantire il controllo effettivo di ogni cittadino sopra i propri dati personali.

 

I datori di lavoro dovrebbero anche avere il diritto di decidere se diffondere le offerte di lavoro attraverso EURES o meno.

maggiori informazioni

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 15 Febbraio 2016 16:56 )