Sei qui: Home ›› Mercato interno ›› L'Atto per il Mercato Unico II

L'Atto per il Mercato Unico II

Con il lancio dell’Atto per il Mercato Unico II, ideale prosecuzione della prima iniziativa del 2010-2011, la  Direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione è intervenuta concentrando le azioni su quattro dei fattori principali di crescita, occupazione e fiducia: reti integrate, mobilità transfrontaliera di cittadini e imprese, economia digitale ed azioni intese a rafforzare la coesione ed i benefici a vantaggio dei consumatori.

Obiettivi
Iter normativo
Il punto di vista europeo

Obiettivi

La Commissione europea ha lanciato il 3 ottobre 2012 l’Atto per il Mercato Unico II, grazie al quale si è inteso agire in quattro fattori principali di crescita ed occupazione: reti integrate di trasporto e dell’energia, mobilità transfrontaliera di cittadini e imprese, economia digitale, azioni miranti a rafforzare la coesione ed i benefici dei consumatori.

Torna su

Iter normativo

Il documento prevede dodici azioni prioritarie:
• reti integrate
-  un'azione intesa ad aprire il settore dei servizi nazionali per il trasporto ferroviario di passeggeri alla concorrenza interna all'Unione;
-  il miglioramento del mercato unico per il trasporto marittimo;
-  misure a favore della realizzazione di un cielo unico europeo;
-  azioni volte a rendere più efficace l'applicazione dell'attuale legislazione europea in materia di energia;
• economia digitale
-  agevolazione del commercio elettronico nell'UE grazie a servizi di pagamento di più facile utilizzo, più affidabili e competitivi;
-  risoluzione di una delle principali cause dei mancati investimenti nelle connessioni veloci a banda larga, ovvero i costi dell'ingegneria civile;
-  adozione della fatturazione elettronica nelle procedure relative agli appalti pubblici;
• imprenditoria sociale, coesione e fiducia dei consumatori
-  miglioramento delle norme sulla sicurezza dei prodotti e della loro applicazione;
-  creazione di misure destinate a garantire l'accesso generalizzato ai conti correnti, l’applicazione di commissioni trasparenti e la semplificazione delle procedure di trasferimento del conto corrente.
• mobilità di cittadini ed imprese
-  sviluppo del portale EURES, valorizzandone al massimo grado le caratteristiche di strumento transfrontaliero per il collocamento e l'assunzione;
-  modernizzazione delle procedure di insolvenza, partendo dalle controversie transfrontaliere, contribuendo a creare un contesto che offra una seconda opportunità agli imprenditori in fallimento;
-  introduzione di disposizioni intese a mobilitare i fondi di investimento a lungo termine per le imprese private ed i progetti sul lungo periodo;

Torna su

Il punto di vista europeo

Già in vista dell'adozione, da parte della Commissione europea, di una seconda versione dell’Atto per il Mercato Unico EUROCHAMBRES proponeva un approccio innovativo per velocizzare l'adozione delle nuove proposte, insieme a una più puntuale e uniforme attuazione della normativa esistente. Il position paper poneva l'accento su cinque proposte chiave che, attraverso l'armonizzazione della normativa europea in materia di IVA e l'introduzione del formato elettronico per una serie di adempimenti amministrativi e fiscali, avrebbero dovuto agevolare le transazioni commerciali transfrontaliere e la digitalizzazione del mercato interno. Sul fronte dell’assistenza alle imprese, la parola chiave doveva essere razionalizzazione: strumenti quali la rete camerale e l’Enterprise Europe Network avrebbero dovuto essere utilizzati in maniera più efficiente per evitare sovrapposizioni e massimizzare i risultati. In occasione del lancio dell’Atto per il Mercato Unico II, EUROCHAMBRES ha sottolineato l’importanza delle priorità contenute nel documento, ma ritiene che sarebbe più opportuno utilizzare tale “piattaforma” per mettere in evidenza le difficoltà pratiche generate dalla scarsa attuazione della legislazione europea e per fare pressioni sugli Stati membri.

BUSINESSEUROPE accoglie con favore la nuova iniziativa presentata dalla Commissione nel 2012 e sostiene, in particolare, la maggiore attenzione ai quattro fattori principali di crescita ed il loro potenziale impatto sul mercato interno. L’associazione rileva inoltre che molte delle iniziative previste rispondono alle esigenze delle imprese: tra queste, lo sviluppo delle reti di trasporto, la costituzione del mercato unico dell’energia, un accesso più facile ai finanziamenti per le PMI, la creazione di un mercato unico digitale, un miglior utilizzo di strumenti digitali (e-procurement ed e-services).

In un position paper pubblicato in occasione del lancio della seconda versione dell’Atto, UEAPME si compiace per l’inserimento del capitolo sulle reti del trasporto e dell’energia, ricordando l’importanza delle PMI per la concorrenza e della qualità di tali servizi nell’UE. UEAPME si è inoltre dichiarata soddisfatta delle intenzioni della Commissione di modernizzare le procedure di insolvenza e fornire una seconda opportunità agli imprenditori onesti in bancarotta. Tuttavia, l’associazione avrebbe preferito un maggiore impegno della Commissione relativamente all’applicazione delle norme sul mercato unico a livello nazionale ed alle procedure d’infrazione. UEAPME esprime infine i suoi dubbi sul capitolo relativo all’imprenditorialità sociale, ritenendo che il perseguimento degli obiettivi di sviluppo sociale, etico o ambientale non debba costituire il dominio esclusivo della cosiddetta “economia sociale”.

EuroCommerce accoglie favorevolmente le azioni proposte dalla Commissione per migliorare il settore commerciale, in particolare fornendo maggiori opportunità alle PMI, abbassando i costi ed eliminando la concorrenza sleale. Tra i suoi sforzi, essa ricorda inoltre quello per la piena attuazione della Direttiva Servizi. L’associazione si dichiara infine soddisfatta delle intenzioni della Commissione di proporre iniziative legislative nel corso del 2013.

Torna su

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Agosto 2017 12:32 )