Sei qui: Home ›› Turismo ›› Il turismo culturale

Il turismo culturale

L'Unione europea occupa una delle prime posizioni nella classifica delle destinazioni del turismo culturale: ogni anno i suoi numerosi siti di interesse attirano un gran numero di visitatori provenienti sia dagli Stati membri sia da Paesi extraeuropei. Secondo alcune stime, tale settore specifico arriva a rappresentare circa il 40% del turismo europeo.
I prodotti del turismo culturale transnazionale costituiscono l'espressione di un patrimonio e di una serie di valori comuni condivisi a livello europeo, e contribuiscono a promuovere l'immagine dell’Europa come “destinazione turistica unica nel suo genere”. In quest’ambito, fondamentali sono le iniziative promosse dalla  Direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione europea.

Obiettivi
Contenuti
I programmi europei di finanziamento

Obiettivi

Le politiche nel settore del turismo intendono adeguarsi alle nuove tendenze dei turisti in cerca di esperienze culturali autentiche e sviluppare un'offerta di qualità che promuova usi e costumi locali, presti attenzione agli aspetti sostenibili e protegga il patrimonio, i paesaggi e la cultura locale.
In questo senso, la Commissione europea mira a realizzare una serie di attività per promuovere i prodotti turistici transnazionali in relazione a temi specifici aventi un notevole potenziale di crescita e rispondere a preoccupazioni sociali, di coesione territoriale e di protezione e valorizzazione dei patrimoni naturali e culturali.

Torna su

Contenuti

Con la comunicazione “L'Europa, prima destinazione turistica mondiale - un nuovo quadro politico per il turismo europeo” del giugno 2010 la Commissione, confermando il ruolo fondamentale del turismo culturale, ha sostenuto come l’Unione europea debba proporre un'offerta turistica sostenibile e di qualità puntando sui propri vantaggi comparativi, in particolare sulla diversità dei suoi paesaggi e sul suo straordinario patrimonio culturale.
Le sinergie transnazionali si rivelano fondamentali per diversificare l’offerta, favorire una migliore promozione ed una maggiore visibilità del turismo, valorizzare il patrimonio culturale su scala europea. La creazione di itinerari culturali europei attraverso regioni o Paesi diversi del continente costituisce un punto di partenza per promuovere la varietà e la complessità dell'offerta di turismo culturale in Europa. Attualmente esistono 29 itinerari transnazionali, rappresentativi dei valori comuni europei e con un notevole potenziale non ancora sfruttato per il settore turistico. Essi rappresentano un modello sostenibile, etico e sociale, perché fondati su conoscenze, competenze e ricchezze culturali locali, e spesso utili per promuovere destinazioni europee meno note. Si ricorda che, per favorire l'ulteriore sviluppo di itinerari turistici tematici paneuropei, la Commissione ha già avviato collaborazioni con il Consiglio d'Europa, la Commissione europea del turismo, l'Organizzazione mondiale per il turismo delle Nazioni Unite ed altri partner internazionali.
Nel settembre 2010, Commissione europea e Consiglio d'Europa hanno presentato uno studio per valutare l'impatto della promozione degli itinerari culturali europei sull’innovazione, sulla competitività e sull’aggregazione delle PMI che operano nel settore turistico. La relazione dimostra come tali itinerari forniscano alle PMI numerose opportunità di innovazione per i servizi ed i prodotti offerti nel quadro delle attività legate ai percorsi.

Nel corso del 2011 sono stati finanziati cinque progetti di turismo culturale, tra i quali:
• TECH –TOUR - Technology and tourism: augmented reality forthe promotion of the Roman and Byzantine itineraries, avente come coordinatore Unioncamere Veneto;
• WE.COME - hidden WondErs of our COMmon European heritages, con Lucca Promos facente funzioni di coordinatore;
• CERTO - Cultural European Routes: Tools for a coordinated communication & marketing strategy, gestita da Cammini d'Europa (Gruppo Europeo di Interesse Economico per la realizzazione delle attività di valorizzazione e promozione dei territori attraversati dagli itinerari culturali “Via Francigena" e "Cammino di Santiago de Compostela").

Tra le altre iniziative legate alla promozione degli itinerari culturali europei, infine, rientra "Crocevia d'Europa", lanciata nel 2012 per presentarne le potenzialità turistiche ad operatori interessati e imprese, gestori delle destinazioni turistiche, amministrazioni nazionali ed locali. La prima edizione dell'evento fieristico si è tenuta a Pavia dal 6 al 10 giugno 2012 ed ha avuto come tema principale i percorsi culturali e religiosi, in particolare i pellegrinaggi, una forma di viaggio che riunisce persone di tutta Europa intorno a valori comuni.

Torna su

I programmi europei di finanziamento

Rispetto alla programmazione 2014-2020, la promozione del turismo culturale sarà finanziata dal programma COSME. Per maggiori informazioni sulle possibilità di finanziamento si rimanda alla sezione Monitoraggio bandi.

Torna su

Referente Unioncamere: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Agosto 2017 12:48 )