Sei qui: Home ›› Diritto societario ›› La Società cooperativa europea

La Società cooperativa europea

Una società cooperativa è un’associazione autonoma di persone riunite su base volontaria per soddisfare determinate aspirazioni o esigenze economiche, sociali e culturali comuni attraverso un’impresa la cui proprietà è collettiva e nella quale il potere è esercitato democraticamente. Le cooperative costituiscono una parte importante della vita economica europea: nell’UE ne esistono circa 250.000 di proprietà di 163 milioni di cittadini e con 5.4 milioni di dipendenti. Nel 2003, su iniziativa della Direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione europea, è stato adottato il regolamento 1435/2003 sullo Statuto della società cooperativa europea (SCE), integrato da una direttiva 2003/72/CE sul coinvolgimento dei lavoratori.

Obiettivi
Il regolamento sullo Statuto della Società cooperativa europea, basato sullo Statuto della Società europea approvato due anni prima, si pone come obiettivo quello di fornire alle cooperative strumenti giuridici adeguati al fine di facilitare le loro attività transfrontaliere e transnazionali, eliminando gli ostacoli giuridici alla creazione e alla gestione di gruppi cooperativi di Stati membri diversi.

Torna su

Iter normativo
Una SCE è un soggetto giuridico che permette ai propri membri (persone fisiche o giuridiche) di svolgere alcune attività in comune preservando, allo stesso tempo, la loro autonomia. Essa deve avere, come oggetto principale, la soddisfazione delle necessità dei propri membri e lo sviluppo delle loro attività economiche e sociali, piuttosto che la rimunerazione del capitale investito. Poiché si tratta di uno strumento giuridico facoltativo, La SCE non sostituisce le leggi che regolano le cooperative a livello nazionale.

Le principali caratteristiche di una SCE sono le seguenti:

  • per quanto riguarda la sua istituzione, essa può essere creata ex novo da almeno cinque persone fisiche o due persone giuridiche o da una combinazione di almeno cinque di esse, provenienti da almeno due Stati membri, oppure originare dalla fusione di almeno due cooperative preesistenti stabilite in almeno due Stati membri o dalla conversione di una cooperativa preesistente;
  • la sede sociale deve essere ubicata nell’UE e deve coincidere con il luogo nel quale è situata l’amministrazione centrale; è possibile trasferire la sede senza dover sciogliere e ricreare la cooperativa;
  • al fine di evitare qualunque tipo di discriminazione, alla SCE deve essere garantito il trattamento nazionale, a meno che il regolamento non preveda diversamente;
  • il capitale minimo richiesto è 30.000 euro, sebbene le disposizioni nazionali possano imporre un ammontare più elevato per lo svolgimento di certe attività; ad esso possono contribuire anche membri sovventori che non utilizzano i servizi della cooperativa;
  • la SCE deve essere registrata nel registro delle imprese dello Stato membro nel quale si trova la sede sociale; le iscrizioni e le cancellazioni sono pubblicate a titolo informativo sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE;
  • la SCE deve rispettare la normativa dello Stato nel quale ha la sede sociale in merito alla  redazione, al controllo e alla pubblicità dei conti annuali e dei conti consolidati;
  • il diritto di voto è di solito attribuito in base al principio di “una testa, un voto”; tuttavia, in certe circostanze, è possibile l’utilizzo del voto ponderato per rispecchiare il livello di partecipazione alle attività o al capitale;
  • la SCE è tenuta ad organizzare un’assemblea generale almeno una volta all’anno; le decisioni devono essere assunte a maggioranza semplice dei membri aventi diritto di voto presenti o rappresentati, con l’eccezione delle modifiche allo Statuto che richiedono una maggioranza dei due terzi;
  • è necessario scegliere la struttura di governo tra due opzioni: sistema dualistico (costituito da un organo di direzione affiancato da un organo di vigilanza) o monistico (un solo organo di amministrazione).

In aggiunta al regolamento, è stata approvata una direttiva concernente il coinvolgimento dei lavoratori. Essa prevede che, prima della costituzione di una SCE, debba essere istituita una delegazione speciale di negoziazione in rappresentanza dei lavoratori dipendenti delle entità che intendono creare la cooperativa. Tale delegazione negozia un accordo con gli organi competenti delle entità giuridiche al fine di concordare le modalità di coinvolgimento dei lavoratori. Regole diverse sono previste per il caso in cui la SCE sia costituita esclusivamente da persone fisiche o da un insieme costituito da persone fisiche e da una sola entità giuridica ed essi impieghino, nel loro insieme, meno di 50 lavoratori o impieghino più di 50 lavoratori in un solo Stato membro.

Poiché il regolamento sulla SCE ha avuto scarso successo, la Commissione europea ha pubblicato, nel 2012, un rapporto con il quale ha illustrato le diverse problematiche riscontrate. Esse includono la scarsa conoscenza di tale strumento, la sua complessità, l’incertezza sulla legge applicabile, il capitale minimo richiesto troppo elevato, l’eccessiva complessità delle regole relative alla partecipazione dei lavoratori e, soprattutto, lo scarso interesse nutrito per la dimensione europea della SCE da parte di cooperative ben radicate nella propria regione. Durante una conferenza sul contributo delle cooperative al raggiungimento degli obiettivi della strategia Europa 2020, tenutasi a Bruxelles il 23 aprile 2012, la Commissione ha presentato una lista di tre categorie di disposizioni che potrebbero essere revisionate e ha chiesto l’opinione dei soggetti interessati. I loro contributi si sono concentrati sull’ammontare troppo elevato del capitale minimo e sull’effetto di disincentivazione determinato dai continui riferimenti alla legislazione nazionale che renderebbe quindi necessaria la creazione di una SCE totalmente autonoma rispetto agli ordinamenti degli Stati membri.

Torna su

Referente Unioncamere: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Agosto 2017 12:30 )