Sei qui: Home ›› Priorità, strategie e organizzazione ›› La posizione di EUROCHAMBRES sulle politiche per il clima e l’energia per il 2030

La posizione di EUROCHAMBRES sulle politiche per il clima e l’energia per il 2030

Un position paper del dicembre 2013 illustra l’opinione di EUROCHAMBRES in merito alle politiche per il clima e l’energia per il 2030. Il documento sottolinea la posizione favorevole della Comunità imprenditoriale europea alla mitigazione del cambiamento climatico, evidenziando l’importanza dell’Ue a livello internazionale e la necessità di rivedere le politiche energetiche e climatiche comunitarie, al fine di limitare eventuali danni economici. A tal proposito, EUROCHAMBRES sostiene che le politiche attive dal 2014 non dovranno costituire un ostacolo alla crescita e che i loro promotori dovrebbero ottenere un maggior consenso nella comunità imprenditoriale, in modo da sostenere e promuovere lo spirito di competitività e accelerare una reindustrializzazione dell’Europa. La rete delle Camere di Commercio europee apre il dibattito sulle linee d’intervento per il 2030 analizzando l’attuale contesto economico, sottolineando alcuni aspetti rilevanti: a) la crescita dei prezzi dell’energia e i rischi che ne conseguono, ossia un eventuale rallentamento della competitività nel contesto internazionale e un arresto della ripresa economica; b) un livello basso della produzione industriale; c) l’inefficacia e l’alto costo degli schemi di supporto delle energie rinnovabili; d) una crescita incerta degli investitori causata da una scarsa fiducia di questi ultimi ad investire; e) la necessità di una condivisione delle politiche climatiche da parte della comunità pubblica e imprenditoriale, a favore di una energia più pulita; f) il bisogno di contrastare il riscaldamento terrestre a livello globale attraverso accordi internazionali; h) la progressiva delocalizzazione di industrie ad alta intensità energetica e l’aumento degli investimenti in paesi extra-UE.
Sulla base di queste considerazioni EUROCHAMBRES propone di: 1) assicurare prezzi energetici competitivi e la sicurezza dell’approvvigionamento energetico. A tal fine, invita gli Stati membri Ue a rivedere la normativa riguardante il mercato interno, a ricorrere all’uso di fonti di energia locale così da ridurre la dipendenza dalle importazioni e, infine, a modernizzare le infrastrutture; 2) fissare una quota più flessibile di riduzione delle emissioni di CO². In tale ambito, le Camere di Commercio europee ritengono che i nuovi obiettivi debbano tenere conto delle differenti condizioni di impiego e fornitura delle risorse energetiche nei diversi Stati membri ed essere definiti attraverso un’ampia consultazione delle parti e approfondite analisi economiche e studi di fattibilità. Questo eviterebbe il rischio di ostacolare la crescita e di svalutare l’Europa come sede d’impresa; 3) allargare l’assorbimento di quelle fonti di energia rinnovabili che hanno un effettivo potenziale per competere sul mercato; 4) non fissare dei limiti di consumo energetico per il 2030, in quanto l’efficienza energetica deve essere perseguita mediante iniziative volontarie e non per effetto di requisiti obbligatori, che rischierebbero di contrastare le esigenze economiche delle imprese. Tali azioni ben si prestano all’attuazione delle direttive d’efficienza energetica nella legislazione nazionale. Pertanto, EUROCHAMBRES auspica che, nel rispetto dell’ambiente e di una crescita economica per l’Europa, gli attori delle politiche ambientali agiscano in modo da assicurare un reale sviluppo delle industrie ad alta intensità energetica in Europa, fornendo loro un quadro di sviluppo e di produzione a lungo termine atto a garantire sia un’effettiva competitività globale che impiego negli anni a venire.
L’azione ottimale sarebbe, dunque, la formulazione di politiche che tengano conto della sostenibilità, dell’approvvigionamento energetico e dello spirito di competitività che deve caratterizzare le imprese attive nel settore.

Maggiori informazioni

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 17 Gennaio 2014 15:00 )