Sei qui: Home ›› Politica regionale ›› Il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP)

Il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP)

La riforma della politica della pesca offre un contributo decisivo alla creazione di un’industria alieutica sostenibile in Europa e, a tal fine, richiede ai pescatori ed all’intero settore cambiamenti radicali, grazie ad un sostegno finanziario da parte dell’UE. Per raggiungere tale obiettivo, la DG MARE della Commissione europea ha presentato, il 22 aprile 2013, una proposta di regolamento per il Fondo per le politiche europee in materia di affari marittimi e pesca (FEAMP) per il periodo 2014-2020.

Obiettivi
Iter normativo

Obiettivi

Dotato di un budget di 6,4 miliardi di euro, il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca intende finanziare progetti destinati a:

• garantire un approvvigionamento stabile di prodotti ittici sostenibili per i consumatori;
• stimolare l’innovazione nel settore;
• aiutare le comunità a diversificare le loro economie;
• creare nuovi posti di lavoro;
• migliorare la qualità di vita nelle regioni costiere europee;
• semplificare le procedure burocratiche per agevolare l'accesso dei beneficiari alle risorse messe a disposizione.

Torna su

Iter normativo

L’iter si è chiuso definitivamente con l’approvazione finale del regolamento sul FEAMP da parte della plenaria del Parlamento europeo, il 16 aprile 2014, e del Consiglio, il 6 maggio.
Con la sua entrata in vigore, spetta ad ogni Stato membro redigere il proprio programma operativo nazionale a valere sul FEAMP, specificando le modalità di utilizzo dei fondi loro assegnati, e presentarlo alla Commissione per la sua approvazione finale. I progetti finanziati dal FEAMP sono intesi a sostenere le azioni di adeguamento alle nuove norme da parte dei pescatori, degli acquacoltori e delle comunità costiere e l’attuazione della recente riforma della politica comune della pesca (PCP), la quale mira a contrastare lo sfruttamento eccessivo delle risorse ed i rigetti delle catture indesiderate, nonché a favore di un’attività in mare proiettata alla sostenibilità ed alla conservazione delle risorse naturali.

In particolare, attraverso il Fondo, è possibile realizzare interventi volti a mitigare l’impatto della pesca sull’ambiente marino e a ricostruire gli stock ittici, favorendo, tra i beneficiari, i giovani pescatori, le famiglie dei pescatori e gli operatori della pesca artigianale, i quali potranno disporre di aliquote di aiuto più elevate. Nel settore dell’acquacoltura, i finanziamenti sono rivolti al rafforzamento della competitività e della capacità di accedere ai mercati.
Il FEAMP finanzia, inoltre, la definizione di politiche regionalizzate nell'ambito della nuova PCP, favorendo la piena partecipazione di tutti i soggetti interessati, lo sviluppo di attività volte alla raccolta dei dati relativi alle attività di pesca ed il rafforzamento dei programmi di controllo delle attività alieutiche, con la finalità di  operare interventi strategici mirati e garantire un maggiore controllo delle pratiche della pesca.
Infine, per la prima volta, il Fondo si concentra sulle iniziative a favore di vari settori che interessano non soltanto le politiche regionali o specifici interventi monosettoriali, ma anche su attività mirate allo sviluppo di azioni su scala più ampia e di interesse comune a più Stati membri, come la pianificazione dello spazio marittimo e le conoscenze oceanografiche.

Ad oggi (luglio 2016), la maggior parte dei programmi nazionali sono stati approvati; per gli altri Stati membri, il processo di approvazione dovrà essere completato entro la fine del 2016 altrimenti essi rischieranno di vedersi sospendere i pagamenti temporanei da parte della Commissione. Considerato il ritardo di due anni già maturato rispetto alla tabella di marcia, la Commissione offrirà il massimo supporto affinché tutti i progetti siano attuati nel più breve tempo possibile.

Torna su

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 28 Luglio 2016 13:13 )