Sei qui: Home ›› I sistemi camerali pubblici ›› Il sistema camerale austriaco

Il sistema camerale austriaco

Il sistema camerale austriaco è composto da nove Camere di commercio (una per Land), enti di diritto pubblico aventi la missione di rappresentare gli interessi di tutte le persone fisiche e giuridiche che svolgono attività di impresa nei settori del commercio, dell’industria e dei servizi. Esse sono rappresentate a livello nazionale dalla Camera federale dell’economia, con sede a Vienna.

I principali compiti svolti dalle Camere, stabiliti con la legge federale del 2012, sono:
• funzioni consultive sulle proposte legislative, regolamentari e comunitarie di interesse;
• contributo alla prevenzione di conflitti nel lavoro e promozione dell’adozione di misure in questo ambito da parte delle istituzioni competenti;
• promozione dell’economia tramite l’attuazione dei programmi europei, consulenza ed informazione su nuovi progetti imprenditoriali e su tutte le questioni riguardanti la creazione e l'espansione delle imprese;
• collaborazione nella raccolta di dati e preparazione di indagini statistiche;
• gestione ed amministrazione di apprendistato e formazione professionale iniziale;
• supporto all’internazionalizzazione delle imprese;
• supervisione delle associazioni professionali attraverso il controllo sulla gestione, l’approvazione dei bilanci e il controllo delle loro finanze;
• funzioni amministrative ed attestative attraverso il rilascio di certificazioni di beni di origine non preferenziale.
A queste si aggiungono funzioni specifiche della Camera federale, tra cui: la rappresentanza degli interessi delle imprese nei confronti dell’Unione europea, delle organizzazioni internazionali e delle associazioni; l’istituzione di una Corte internazionale permanente di arbitraggio; l’approvazione ed il controllo dei bilanci delle Camere locali e delle associazioni di categoria.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 03 Agosto 2017 12:59 )